Specialità

Guida alla liquidazione economica del danno alla persona in R.C.

Punteggio:    0 commenti
Autore: Del Sordo, Genovese, Lombardo, Martini, Mazzucchelli, Rodolfi, Steffano
Editore: Maggioli Editore
Anno: 2020
Pagine: 421
ISBN: 9788891639752
Prezzo: 42,00€
DA SCONTARE
I prezzi indicati possono subire variazioni poiché soggetti all'oscillazione dei cambi delle valute e/o agli aggiornamenti effettuati dagli Editori.

“La Guida vuole essere un comodo strumento di orientamento e di rapida consultazione per tutti coloro che operano nel settore”: con queste parole il Luvoni concludeva l’Introduzione alla Guida alla valutazione medico-legale dell’invalidità permanente nella sua prima edizione.

Analogo fine si pone questo (primo) Quaderno di Medicina e Diritto, offrendo un comodo strumento di lavoro a chi quotidianamente affronta le tematiche correlate al risarcimento del danno alla persona: Avvocati e Liquidatori Assicurativi, quanti partecipano ai Comitati di Valutazione Sinistri delle Aziende ospedaliere o sanitarie e Medici Legali, così che possano avere una visione conclusiva del percorso che ha inizio con la loro valutazione specialistica.

Sara Del Sordo
Specialista in Medicina Legale Sezione Dipartimentale di Medicina Legale e delle Assicurazioni, Università degli Studi di Milano.
Umberto Genovese
Specialista in Medicina Legale Professore Associato di Medicina Legale dell’Università degli Studi di Milano Presidente di Medicina e Diritto.
Cristina Lombardo
Avvocato del Foro di Milano.
Filippo Martini
Avvocato del Foro di Milano. Vicepresidente di Medicina e Diritto.
Alessandra Mazzucchelli
Avvocato del Foro di Milano.
Marco Rodolfi
Avvocato del Foro di Milano. Vicepresidente di RESPONSABILITASANITARIA.it.
Attilio Steffano
Broker di Assicurazioni Segretario di Medicina e Diritto.

 

Introduzione.
Parte 1
Presupposto per la liquidazione del danno alla salute: la valutazione medico-legale.
1.1. Strumenti di valutazione medico-legale: le tabelle del danno biologico permanente.
1.2. Criteri applicativi.
1.2.1 Introduzione
1.2.2 Criteri applicativi “micropermanenti”
1.2.3. Criteri applicativi “macropermanenti”.
1.2.4. Tabelle1.3. Danno biologico temporaneo.
1.3. Danno biologico temporaneo
1.4. Capacità lavorativa specifica.
1.5. Usura e cenestesi lavorativa .
1.6. Capacità lavorativa generica
1.7 Sofferenza morale .
1.8. Cenni sul “danno terminale” e sul “danno da premorienza”
1.9. Spese sostenute e spese future
Tabella riassuntiva degli elementi di valutazione medico-legale
Parte 2
I criteri liquidativi del danno non patrimoniale: una premessa in base all’eziologia del danno.
Tabella riassuntiva dei criteri liquidativi in base all’eziologia del danno.
Parte 3
La liquidazione del danno non patrimoniale: la storia della Tabella di Milano
3.1. Criteri applicativi della nuova tabella milanese 2009
3.2. Sulla personalizzazione del danno non patrimoniale: l’onere di allegazione e prova della parte danneggiata
3.3. Sulla personalizzazione del danno non patrimoniale: l’indagine del Giudice e l’onere di motivazione.
3.4. Sull’onere di allegazione ai fini della personalizzazione: il punto di vista della giurisprudenza.
3.5. Criteri di personalizzazione del danno non patrimoniale: casistica.
3.5.1. Aumento personalizzato dei valori tabellari medi.
3.5.2 Aumento personalizzato dei valori tabellari medi: cenestesi lavorativa – maggior usura nello svolgimento delle attività quotidiane
3.5.3. Liquidazione autonoma del danno morale aumento personalizzato del danno non patrimoniale “oltre tabella”
3.5.4. Personalizzazione del danno non patrimoniale solo con riguardo agli aspetti della sofferenza (danno morale)
3.5.5. Mancata personalizzazione dei valori tabellari medi: mancanza di specifiche allegazioni da parte dell’attore.
3.5.6 Mancata personalizzazione dei valori tabellari medi: conseguenze tipiche della menomazione.
3.5.7 Mancata personalizzazione dei valori tabellari medi: ricomprensione degli aspetti dinamico-relazionali nella valutazione medico-legale del danno biologico.
3.5.8. Perdita del rapporto parentale: liquidazione del danno non patrimoniale al di sotto dei valori tabellari
3.6. La fenomenologia del danno non patrimoniale dopo dieci anni dalle sentenze di San Martino 2008: inversione di rotta?
3.6.1. I principi delle Sezioni Unite di San Martino del 2008: l’unitarietà del danno non patrimoniale e la visione biologicocentrica.
3.6.2 I pilastri del nuovo danno non patrimoniale: l’orientamento della III sezione della Cassazione civile
3.6.3. Dal «decalogo» alle sentenze della Cassazione civile n. 901/2018 e n. 2788/2019
3.6.4. Il decalogo sul risarcimento del danno non patrimoniale
3.6.5. Un primo esempio di applicazione pratica, a livello liquidatorio, dei (nuovi) dicta della Cassazione: Tribunale di Milano, sez. I, sentenza del 28/01/2019 n. 842 – Dr.ssa V. Boroni.
3.7. Quesiti sulle questioni ancora aperte.
3.8. Valore della Tabella di Milano: fonte di diritto o parametro di corretto esercizio del potere di cui all’art. 1226 c.c.? Le soluzioni proposte dalla Cassazione.
3.8.1. La “disapplicazione” delle tabelle di Milano: premesse semantiche
3.8.2. La sindacabilità della decisione di merito in caso di “disapplicazione” delle Tabelle di Milano: caratteristiche della difesa
3.8.2.1 Gli elementi del ricorso per cassazione: l’art. 366 c.p.c.
3.8.2.2. Il principio di autosufficienza del ricorso per cassazione
3.8.2.3. Sull’esposizione sommaria dei fatti di causa: l’art. 366 comma 1, n. 3 c.p.c.
3.8.2.4. Sui motivi del ricorso per cassazione: l’art. 366 comma 1, n. 4 c.p.c. .
3.8.2.5. Sugli atti e documenti su cui si fonda il ricorso: il combinato disposto degli artt. 366 comma 1 n. 6
c.p.c. e 369 n. 4 c.p.c
3.8.2.6. L’importanza della difesa già nella fase di merito: la specificità delle censure e la produzione delle
Tabelle di Milano
3.9. Disapplicazione della Tabella di Milano: i motivi di ricorso in sede di legittimità
3.9.1. Violazione di legge ex art. 360 n. 3 c.p.c.: i principi propugnati dalla sentenza della Cassazione civile n. 12408/2011.
3.9.2. L’errore di calcolo nella valorizzazione del danno non patrimoniale.
3.9.3. Applicazione di tabelle di altri uffici giudiziari, senza adeguata motivazione.
3.9.4. Omessa disamina del fatto storico specializzante.
3.9.5. Applicazione di sistemi tabellari di altri uffici giudiziari con liquidazione di importi corrispondenti.
3.9.6. Applicazione di sistemi tabellari di altri uffici giudiziari con liquidazione di importi inferiori
3.9.7. Inammissibilità del ricorso per difetto di specificità e mancata produzione tabelle – richiesta applicazione tabelle di Venezia nel giudizio di merito
3.10. Alcuni esempi di disapplicazione della tabella milanese
3.10.1. Tribunale di Roma
3.10.2. X sezione civile del Tribunale di Milano.
3.11. Recenti criteri orientativi delle Tabelle di Milano elaborati dall’Osservatorio sulla Giustizia Civile di Milano pubblicati con la Tabella di Milano del marzo 2018
3.11.1. Criteri orientativi per la liquidazione del danno non patrimoniale conseguente alla lesione del
bene salute definito da premorienza.
3.11.2. Criteri orientativi per la liquidazione del danno terminale.
3.11.3. Altre proposte liquidatorie dell’Osservatorio: i criteri orientativi per la liquidazione del danno da
diffamazione a mezzo stampa e con altri mezzi di comunicazione di massa e per la liquidazione ex
art. 96 comma 3 c.p.c.
Parte 4
Tabelle di liquidazione del danno non patrimoniale: le Tabelle di Roma
4.1. Nascita ed evoluzione
4.2, Le nuove tabelle di Roma 2018.
4.2.1. Le nuove basi legislative e giurisprudenziale su cui si fondano i nuovi criteri tabellari individuati dal tribunale di Roma
4.2.2. I nuovi criteri liquidativi adottati dal tribunale di Roma 2018
4.2.3. Aggiornamento 2019 delle nuove Tabelle di Roma.
Parte 5
Tabelle di liquidazione del danno non patrimoniale: le Tabelle di Venezia.
5.1 Nascita
5.2. Esempi di applicazione delle Tabelle del Tribunale di Venezia.
5.3. La sentenza del Tribunale di Venezia n. 2075/2016.
Allegati.
1. Tabella Tribunale di Milano edizione 2018 e criteri orientativi allegati.
2. Tabella 139 c.d.a. aggiornata
3. Cass. civ., sent. 901/2018.
4. Cass. civ., ord. n. 7513/2018 c.d. decalogo.
5. Cass. civ., sent. n. 2788/2019
6. Tabelle Tribunale di Venezia
7. Tabelle Tribunale di Roma edizione 2018 e aggiornamenti giugno 2019.

Scrivi una recensione

Il Tuo Nome:


La Tua Recensione: Nota: Il codice HTML non è tradotto!

Punteggio: Negativo             Positivo

Inserisci il codice nel box di seguito: